E’ l’adalimumab il farmaco che vale di più sul mercato farmaceutico italiano

L’adalimumab (HUMIRA® nome commerciale) , un anticorpo monoclonale, farmaco biologico, utilizzato in particolare nell’artrite reumatoide e in molte malattie infiammatorie detiene il record del prodotto farmaceutico per il quale si spende di più in Italia nel 2014.

milioni di € segue a ruota con una spesa 196 milioni di € il TRASTZUMAB (HERCEPTIN® nome commerciale) anticorpo monoclonale utilizzato nel carcinome mammario. Con 193 milioni di € un altro farmaco ospedaliero L’ETARNECEPT EMBREL® (nome comm )anch’esso appartenente ai farmaci biologici derivati dalla tecnica del DNA ricombinante e indicato nel trattamento delle malattie autoimmunitarie. Al quarto posto l’IMATINIB (Glimec®) con 159 milioni di € indicazione: Leucemia mieloide cronica.

hospitalTra i principi attiva la maggior prescrizione è per gli inibitori di pompa protonica che valgono in totale 961 milioni di €. Il solo Pantoprazolo vale 294 milioni di €, il Lanzoprazolo 252 milioni di € e l’omeprazolo 204 mil.€. Tra i top performer le statine con la ROSUVASTATINA che da sola vale 287 milioni di € e tra gli antiasmatici l’associazione salmeterolo fluticasone che fattura 2834 milioni di € . Molto staccato il primo antibiotico ovviamente l’associazione amoxicillina –acido clavulanico con “ soli 183 milioni di €”

Tra i SOP e gli OTC il leader tra i principi attivi è il DICLOFENAC con una spesa di 141 milioni di € ovviamente tutta a carico del cittadino , seguito da IBUPROFENE 127 mil € e PARACETAMOLO 108 mil €

La FASCIA C , anche questa a totale carico del cittadino, vede al primo posto il famoso TADALAFIL (nome commerciale CIALIS®) con 132 mil.€ seguito dall’intramontabile LORAZEPAM 125 mil. € e dalla pillola anticoncezionale a base di DROSPIRENONE ed ESTROGENOa 110 mil. €